Guida al vino di Montefalco
Dal Sagrantino al Rosso

La produzione vinicola umbra è molto attiva su tutto il territorio e vanta nel complesso ben due DOCG e tredici DOC.
Di questi, una DOCG e una DOC sono proprio di Montefalco: stiamo parlando del Sagrantino di Montefalco DOCG e del Rosso di Montefalco DOC.

Il Sagrantino di Montefalco DOCG
Questo è forse il vino umbro più conosciuto in assoluto: è un grande rosso che è il frutto della vinificazione in purezza di un vitigno autoctono, il Sagrantino.
Il vitigno ha origini antichissime, ma il vino è invece abbastanza giovane. In passato, infatti, le uve Sagrantino venivano utilizzate per la produzione di un vino dolce. Solo verso la fine del secolo scorso si è pensato di sperimentare un vino secco e il successo è stato tale da fargli meritare quasi immediatamente la DOC e pochi anni dopo, nel 1992, la DOCG.
Quali sono le caratteristiche di questo vino? Il Sagrantino di Montefalco DOCG è un vino di notevole struttura, di grande spessore, corposo, alcoolico e particolarmente tannico, dall’aroma intenso in cui spiccano i sentori di more e amarene, che si fondono con essenze speziate, in particolar modo l’anice stellato.

Il Rosso di Montefalco DOC
Alla base della vinificazione di questo vino c’è sempre il grande vitigno Sagrantino. In questo caso, però, il suo vigore e la sua intensità vengono attenuate dall’unione di uve di altri vitigni a bacca rossa tipici del territorio umbro, in particolar modo il Sangiovese. Questo fa sì che il vino ottenuto sia decisamente meno irruente del Sagrantino di Montefalco DOCG, con una tannicità meno accentuata. Il Rosso di Montefalco DOC è un vino equilibrato, morbido, armonioso, dal piacevole aroma fruttato.

Hai bisogno di aiuto?
Chiamaci adesso al
+39 0742 37 95 35

CLICCA PER CHIAMARE
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta. coccorone@libero.it
Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
coccorone@libero.it